Termini fondamentali

Per una migliore comprensione del bilanciamento, è necessario conoscerne la terminologia e i concetti fondamentali.

CENTRO DI MASSA

Il centro di massa è il punto attorno al quale la massa totale di un corpo rigido è equamente distribuita. È utile assumere che tutta la massa sia concentrata in questo punto per semplici analisi dinamiche. Un vettore forza che agisce attraverso questo punto farà muovere il corpo in linea retta, senza rotazione, secondo la seconda legge del moto di Newton. La somma di tutte le forze che agiscono su un corpo, fanno sì che un corpo acceleri a una velocità proporzionale alla sua massa.

CENTRO DI GRAVITÀ

Per le normali applicazioni di bilanciamento commerciale, il centro di massa e il centro di gravità si trovano nello stesso punto. Questo non vale per le applicazioni che coinvolgono un campo gravitazionale non uniforme, tuttavia la scala della maggior parte delle applicazioni di bilanciamento è molto piccola rispetto ai gradienti del campo gravitazionale terrestre e i termini sono sinonimi.

ASSE DI ROTAZIONE

L’asse di rotazione è il vero centro di rotazione, la linea istantanea attorno alla quale ruota un pezzo. Viene anche chiamato asse dell’albero o asse geometrico. L’asse di rotazione è generalmente determinato da caratteristiche geometriche del rotore o dai suoi cuscinetti di supporto. La qualità dei dati di montaggio influenza notevolmente la capacità di equilibrare un pezzo. Superfici non circolari, superfici non piane, irregolari o sciolte
I cuscinetti consentono o causano variazioni nella posizione dell’asse di rotazione. Qualsiasi variazione dell’asse appare come un movimento del centro di massa rispetto all’asse e contribuisce alla non ripetibilità.

FORZA CENTRIFUGA

Una particella che percorre una traiettoria circolare genera una forza centrifuga diretta verso l’esterno lungo la linea radiale che collega il centro di rotazione alla particella. Quando la particella ruota attorno al punto centrale, la forza centrifuga aumenta.
Con i corpi rigidi lo squilibrio rimane invariato, anche se un aumento della velocità provoca un aumento della forza. L’aumento della forza causerà a sua volta un aumento del movimento, a seconda della rigidità dell’albero o dei supporti dell’albero. La forza aumenta esponenzialmente come il quadrato della variazione di velocità. Il doppio della velocità equivale a quattro volte la forza e a quattro volte il movimento.

MOMENTO E COPPIA

Una coppia è un sistema di due forze parallele, di uguale entità e che agiscono in direzioni opposte. A coppia provoca un momento o una coppia proporzionale alla distanza tra le forze parallele. Il suo effetto è quello di provocare un movimento di torsione o di rotazione.

PESO E MASSA

Le unità di misura del peso e della massa sono spesso utilizzate in modo intercambiabile e poco preciso nel bilanciamento. Questo è
generalmente accettabile a condizione che il computer della bilancia visualizzi unità di misura coerenti o facilmente
convertiti in quelli dei pesi in uso o della bilancia utilizzata per realizzare i pesi. La distinzione tra
Il peso e la massa diventano un problema quando si calcola la forza di sbilanciamento. Si deve intendere che
peso e forza hanno le stesse unità di misura: Newton (N) nel sistema metrico e libbre (lbs) nel sistema inglese.
sistema. La massa ha le unità di misura di grammi (g) o chilogrammi (kg) nel sistema metrico e di slugs nel sistema inglese.
sistema.

Potresti essere interessato anche a: